Venerdì 11 aprile 2003

SANATORIE, LA CARICA DEGLI ENTI

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Enti locali, aziende sanitarie ed enti non commerciali sono potenzialmente interessati alla valutazione dei condoni. Questi soggetti, infatti, presentano caratteristiche che possono rivelare diverse propensioni verso l'una o l'altra definizione a seconda della loro natura ma appaiono accomunati da un grado di pericolosità fiscale non elevato. I Comuni, province e regioni non sono soggetti passivi IRPEG ma possiedono piena soggettività Iva e Irap e sono sostituti d'imposta. È, dunque, in tale ambito che si valuteranno le opzioni da condono. Per gli enti non commerciali e le Onlus è perseguibile in astratto la via del concordato (articolo 7), limitatamente all'attività d'impresa esercitata a latere (per esempio bar e ristorante). Non dovrebbero esserci problemi nell'ammettere alla definizione del reddito d'impresa le associazioni che fruiscono del regime della legge 398/91, trattandosi di reddito soggetto a Irpeg seppure determinato in via forfetaria. Con la circolare 14/E/2003 sono state impartite direttive per verificare la spettanza delle agevolazioni.
Fonte: Il Sole 24Ore
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS