Mercoledì 21 gennaio 2015

Revisori legali dei conti di enti di interesse pubblico: chiarimenti CONSOB per il computo della durata massima dell’incarico

a cura di: TuttoCamere.it
Gli incarichi di revisione svolti da un professionista nei confronti di una società prima dell’acquisizione dello status di Ente di Interesse Pubblico (EIP) non rilevano ai fini del computo del termine novennale. Il conteggio della durata dell’incarico, infatti, inizia a decorrere solamente dal momento dell’acquisizione di tale status.

Il chiarimento arriva dalla CONSOB, con la Comunicazione n. 0098233 del 23 dicembre 2014, che va ad integrare le precedenti indicazioni fornite dalla stessa CONSOB con le Comunicazioni n. 0023665 del 27 marzo 2014 e n. 0057066 del 7 luglio 2014, recependo gli ultimi orientamenti forniti in sede comunitaria.

I chiarimenti forniti sono in merito all’interpretazione del primo comma dell’articolo 17 del D.Lgs. n. 39/2010, laddove dispone che: “L'incarico di revisione legale ha la durata di nove esercizi per le società di revisione e di sette esercizi per i revisori legali. Esso non può essere rinnovato o nuovamente conferito se non siano decorsi almeno tre esercizi dalla data di cessazione del precedente incarico."

L’intervento della CONSOB si è reso necessario a seguito dei chiarimenti forniti dalla Commissione Ue il 3 settembre scorso per calcolare la decorrenza della durata di un incarico di revisione di un ente che assuma lo status di Ente di Interesse Pubblico (EIP). In particolare, la Commissione Europea ha specificato come non abbiano rilevanza gli incarichi di revisione svolti dallo stesso revisore nei confronti dell’ente in questione prima che esso acquisisca lo status di EIP. Pertanto, il conteggio della durata massima dell’incarico (pari a nove esercizi per le società di revisione e a sette esercizi per i revisori legali) inizierà a decorrere dal momento dell’acquisizione di tale status.

La CONSOB, pertanto, ritiene che tale principio debba essere “trasposto” anche in ambito nazionale, al fine di non creare disparità di trattamento per le sole società operanti in Italia, attraverso un’interpretazione non in linea con i chiarimenti forniti in sede comunitaria. Pertanto, non deve più considerarsi applicabile il punto 2.2 della Comunicazione n. 0057066 del 7 luglio 2014, dove si raccomandava alle società che acquisiscono lo status di EIP, di procedere ad una “trasformazione” dell’incarico triennale precedentemente conferito in un incarico novennale ai sensi dell’art.17, comma 1, del D.Lgs. n. 39/2010.

Al momento dell’acquisizione dello status di EIP, è quindi possibile conferire, anche allo stesso revisore, un nuovo incarico di revisione di durata novennale.
Per gli EIP che avessero già effettuato tale “trasformazione” tra la data del 7 luglio (data della Comunicazione n. 0057066) e il 23 dicembre 2014 (data della nuova comunicazione n. 0098233), sarà possibile riallineare, nella prima assemblea utile, la durata dell’incarico conferito al novennio (calcolando la stessa dal momento dell’acquisizione dello status di EIP).

Per scaricare il testo della comunicazione CONSOB clicca qui.

Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali