Venerdì 28 aprile 2006

REGISTRO ANTIRICICLAGGIO NEGLI STUDI ASSOCIATI: 1 REGISTRO O PIU' REGISTRI?

a cura di: Studio Valter Franco
Premesso che l’articolo 7 comma 2 del DM 141/2006 prevede che: “2. Nel caso di svolgimento dell'attività professionale in forma associata ovvero societaria è consentito tenere un unico archivio per tutto lo studio professionale. In tal caso, è necessaria l'individuazione nell'archivio, per ogni cliente, del libero professionista responsabile degli adempimenti concernenti gli obblighi di identificazione e conservazione. “ il punto 3 della parte III del provvedimento UIC del 24.2.2006 conferma tale disposizione, ribadendo: “I professionisti che svolgano l’attività professionale in forma associata o societaria possono tenere l’archivio in forma accentrata nello studio o ufficio.” E’ quindi evidente che nel caso di studio associato è consentita la tenuta di un archivio unico da parte dello stesso studio associato. Occorre ricordare che, come sopra indicato, occorre l’individuazione nell’archivio del libeo professionista responsabile degli adempimenti concernenti gli obblighi di identificazione e conservazione, peraltro l’allegato B al provvedimento UIC prevede espressamente, nelle disposizioni relative all’archivio unico informatico “Anagrafe dei clieni” l’indicazione del “Codice professionista che ha eseguito la registrazione” (campoD02). L’interrogativo che ci poniamo, nel caso di tenuta di un unico registro da parte di uno studio associato – o di società tra professionisti – è il seguente: nel caso di omessa identificazione del cliente e di omessa registrazione dell’archivio, nei confronti di quale componente dello studio associato saranno applicate le sanzioni per omessa identificazione del cliente (da 500 a 25.000 euro) e per mancata registrazione dei dati rilevanti (di nuovo da 500 a 25.000 euro) ? Nei confronti di quale componente dello studio asociato, considerato che essendo omessa l’identificazione e la registrazione non si è in grado, obiettivamente, d risalire al professionista associato che ha omesso stali adempimenti? E’ proprio questo interrogativo che ci consiglia di avvalersi di quanto previsto dall’articolo 7 comma 3 del D.M. 141/2006 che testualmente prevede: “3. E' fatta salva la facoltà per ogni componente l'associazione o la società di formare un proprio archivio ai sensi dell'articolo precedente. “ peraltro confermato da quanto indicato nel provvedimento UIC, punto 3 parte III, che conferma le disposizioni del D.M. come segue: “E’ fatta salva la facoltà per ogni componente l’associazione o la società di formare un proprio archivio.” Magari la nostra interpretazione è estremamente prudenziale, che deriva dalle precedenti, purtroppo negative, esperienze in materia di irrogazione di sanzioni in materia di sicurezza sul lavoro etc. etc.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS