Venerdì 11 luglio 2014

Rating di legalità: nuovi adempimenti a carico delle imprese e delle Banche. Le PP.AA. dovranno adeguarsi entro il 6 agosto 2014

a cura di: TuttoCamere.it
Con il decreto interministeriale 20 febbraio 2014 n. 57 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 aprile 2014 e in vigore dal 8 aprile 2014) è stata data completa attuazione al “Rating di legalità delle imprese” istituito dall’art. 5-ter del D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito dalla legge 24 marzo 2012 n. 27 (c.d. “Decreto Cresci Italia”).
Il “Rating di legalità delle imprese” è un strumento di promozione della legalità e dell'introduzione di principi etici nei comportamenti aziendali, al fine di contrastare le interferenze criminali con l’attività delle imprese.

Il rating di legalità delle imprese introduce un sistema di premialità nella concessione di finanziamenti da parte delle Pubbliche Amministrazioni e di accesso al credito bancario per le imprese che rispettano la legge e/o si allineano ai più elevati standard etico/sociali e/o di governance, adeguando la propria organizzazione in tale direzione.
Potranno richiedere l’attribuzione del rating le imprese operative in Italia che abbiano raggiunto un fatturato minimo di due milioni di euro nell’esercizio chiuso l’anno precedente alla richiesta e che siano iscritte al Registro delle imprese da almeno due anni.

Le aziende interessate dovranno presentare una domanda, per via telematica, utilizzando l'apposito Formulario pubblicato sul sito dell’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) e seguendo le istruzioni indicate.
Il rating è attribuito dall’AGCM sulla base dei requisiti di onorabilità professionale e personale delle imprese e dei rappresentati e secondo le modalità stabilite dalla delibera 14 novembre 2012, n. 24075 (pubblicata sulla G.U. del. 18 dicembre 2012, n. 294), successivamente modificata dalla delibera n. 24953 del 5 giugno 2014 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2014). Il “Rating” ha durata di due anni dal rilascio ed è rinnovabile su richiesta.

Secondo quanto stabilito dall’art. 3 del citato D.M. n. 57/2014, l’impresa che presenta domanda di concessione di finanziamento ad una P.A. e che ha conseguito il rating di legalità è esonerata dalla dichiarazione del possesso dei requisiti previsti ma dovrà in ogni caso essere in possesso dell’iscrizione nell’apposito Elenco.
le Pubbliche Amministrazioni, in sede di predisposizione dei provvedimenti di concessione di finanziamenti alle imprese, dovranno, a loro volta, prevedere sistemi di premialità per le imprese che rispettano la legalità e adeguare la propria organizzazione in tale direzione.
Per fare tutto questo avranno tempo fino al 6 agosto 2014 (120 giorni dall’entrata in vigore del citato decreto n. 57/2014 avvenuta l’8 aprile 2014).

Per scaricare il testo del D.M. n. 57/2014 clicca qui.
Per scaricare il testo della delibera AGCM n. 24953/2014 clicca qui.
Per avere tutte le informazioni e scaricare il modulo elettronico in formato pdf compilabile (Formulario) per l'attribuzione del rating di legalità clicca qui.
Per consultare l’elenco delle imprese con rating di legalità clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS