Giovedì 4 febbraio 2010

Pubblicato il modello definitivo di UNICO SP 2010, ma non sono escluse possibili correzioni

a cura di: eDotto S.r.l.
E' stato approvato, con provvedimento 1° febbraio 2010 del direttore dell’agenzia delle Entrate, in via definitiva, il nuovo modello di dichiarazione per le societa' di persone: UNICO SP 2010. Il modello di dichiarazione, con le relative istruzioni, deve essere presentato nell’anno 2010 da parte delle societa' semplici, in nome collettivo, in accomandita semplici ed equiparate. Con lo stesso provvedimento sono stati approvati anche i modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione dei parametri, con le relative istruzioni, da presentare per il periodo d’imposta 2009, nonche' la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indicatori di normalita' economica sempre per il periodo d’imposta 2009. Il modello di dichiarazione Unico Sp 2010 e' composto dal frontespizio e da numerosi quadri, che nella versione definitiva del 1° febbraio evidenziano alcune modifiche rispetto alle bozze precedenti. Per esempio, sono stati introdotti i righi per riportare il “bonus capitalizzazioni” delle societa' e la detassazione Tremonti- Ter (quadro RG e RF). Nel frontespizio sono previsti i campi per l’indicazione della ragione sociale che deve essere quella indicata nel’atto costitutivo senza abbreviazioni, ad eccezione della natura giuridica. E’, inoltre, presente il quadro AC relativo alla comunicazione degli amministratori di condominio e il modulo RW, concernente gli investimenti all’estero e i trasferimenti da parte e per l’estero di denaro, titoli e valori mobiliari. Ma, la vera novita' di quest’anno e' il debutto nel modello Unico SP 2010 del nuovo meccanismo di riattribuzione delle ritenute da parte dei soci o associati. Nei vari quadri del modello di dichiarazione dei redditi conseguiti lo scorso anno dalle associazioni professionali sono stati, infatti, inseriti degli appositi spazi per la corretta gestione delle ritenute riassegnate dagli associati all’associazione professionale per la quota eccedente rispetto ai debiti d'imposta personali maturati dai singoli soci nella loro dichiarazione dei redditi, secondo quanto disposto dalla circolare n. 56/E/2009. In altri termini, il modello di dichiarazione – come emerge dalla lettura delle istruzioni - fornisce un quadro chiaro e completo del nuovo meccanismo attraverso il quale gli studi associati e le societa' soggette al meccanismo della ritenuta d'acconto potranno beneficiare di un credito d'imposta da riattribuzione delle stesse utilizzabile in compensazione o da chiedere a rimborso. Il modello di dichiarazione e' stato modificato, cosi', da accogliere sia le singole riattribuzioni di ritenute effettuate da ciascun socio o associato sia il credito d'imposta complessivo utilizzabile dall'associazione professionale. Infine, da segnalare anche un’altra novita'. Il modello unico di dichiarazione per le societa' di persone non fa piu' alcun riferimento alle novita' introdotte dal Decreto legge n. 78/09, in materia di Controlled foreign compagnies. Al contrario, invece, un chiaro cenno sulla stretta sulle Cfc era presente nella bozza del 21 dicembre 2009. Il fatto che il modello non tenga piu' conto delle regole antielusive sulle controllate estere, nella sua versione definitiva, lascia aperti alcuni dubbi. Al momento, non e' ancora certo se il riferimento e' stato tolto perche' le Entrate vogliono ufficialmente far spostare la decorrenza della norma a partire dai redditi d’imposta 2010, oppure se ci sara' un successivo intervento da parte del ministero dell’Economia che confermera' il via libera alla stretta gia' da quest’anno. Se cosi' fosse, l’agenzia delle Entrate dovra' emettere una “errata corrige” al modello Unico SP 2010 approvato in data 2 febbraio.
Fonte: http://www.agenziaentrate.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS