Venerdì 13 febbraio 2015

Promozione della musica e dei giovani talenti. Pubblicate le modalità operative per il credito d’imposta

a cura di: TuttoCamere.it
E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 27 del 3 febbraio 2014, il decreto 2 dicembre 2014 con cui il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo indica le modalità operative per il credito d’imposta per la promozione della musica e dei giovani artisti e compositori emergenti, previsto dal D.L. n. 91/2013, convertito dalla L. n. 112/2013.

Al fine di agevolare il rilancio del sistema musicale italiano, l’art. 7 del D.L. n. 91/2013 ha istituito un credito d’imposta, ai fini delle imposte sui redditi, per ciascuna delle annualità 2014, 2015 e 2016, nel limite di spesa di 4,5 milioni di euro annui e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, a beneficio delle imprese produttrici di fonogrammi e di videogrammi musicali e alle imprese di produzione e organizzazione di spettacoli musicali dal vivo, esistenti almeno dal 1° gennaio 2012.
L'agevolazione è riconosciuta per i costi sostenuti dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016, ed è concessa a ciascuna impresa nel rispetto dei limiti di cui al regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione europea del 18 dicembre 2013, e comunque fino all'importo massimo di 200mila euro nei tre anni d'imposta.

Possono beneficiare del credito d'imposta le imprese, già costituite alla data del 1° gennaio 2012, se nell'oggetto sociale è prevista, come attività prevalente, la produzione di fonogrammi, la produzione di videogrammi musicali, la produzione e organizzazione di spettacoli musicali dal vivo.

Sono escluse dall'agevolazione le imprese controllate da parte di un editore di servizi media audiovisivi. Sul piano operativo, il nuovo decreto prevede, all’art. 5, che dal 1° gennaio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di commercializzazione dell’opera, intesa come data di prima messa in commercio del relativo supporto fisico, le imprese interessate dovranno presentare al Ministero dei Beni culturali un’apposita istanza telematica, secondo modalità che verranno stabilite dallo stesso Ministero entro 90 giorni.

Secondo quanto previsto all’art. 6 del decreto in commento, il credito d'imposta in questione:
a) non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi, e del valore della produzione, ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive;
b) non rileva ai fini delle imposte sul reddito, IRAP e IVA.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’art. 17, D.Lgs. n. 241 del 1997, con modalità che saranno stabilite con un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Per scaricare il testo del decreto clicca qui.

Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report