Venerdì 12 febbraio 2010

“Prima ci chiedono di vistare i crediti Iva e poi ci danno degli evasori”

a cura di: eDotto S.r.l.
Il presidente del Cndcec, Siciliotti, sbotta: “Increduli di fronte a queste dichiarazioni. Noi da sempre disponibili alla collaborazione, ma serve anzitutto rispetto reciproco... non aiuta la collaborazione evocare “generiche” quanto indimostrate criminalizzazioni dei soggetti cui si va per altro contestualmente a chiedere, per non dire esigere, collaborazione nella lotta all’evasione fiscale”. E conclude con un “Se Befera conosce i nomi ... li faccia!”. La replica e', pero', di tutti i commercialisti che sono stati tacciati dal direttore dell’agenzia delle Entrate, Befera, durante l’audizione alla Commissione Finanze alla Camera di essere gli intermediari dell’evasione. Le risposte arrivano anche dall’Ordine di Milano: “Siamo lieti di questa richiesta e lo rassicuriamo in quanto potra' contare sulla nostra piena collaborazione - dichiara il presidente Luigi Martino – da tempo la categoria opera nell'esclusivo interesse dell'Agenzia delle entrate su molti fronti: dal notevole sforzo, non privo di rischi, per l'invio telematico delle dichiarazioni fino al visto di conformita' per asseverare i crediti Iva, anch'esso cosi' carico di rischi professionali che e' stata resa obbligatoria una polizza assicurativa. Chiediamo tuttavia al direttore altrettanta collaborazione nell'evitare di contestare ai contribuenti onesti imposte non evase. Un fisco giusto e' tale quando persegue gli evasori e premia gli onesti; e dai tributaristi della Lapet: “Non si puo' scaricare sui professionisti l'inefficienza dell'amministrazione finanziaria - dice il presidente Roberto Falcone - 56 mila accertamenti tra l'altro sono pochissimi soprattutto perche' cartacei. Non osiamo pensare cosa accade per le verifiche fiscali presso le imprese, che dovrebbe essere l'attivita' principale degli organi di controllo. Oltretutto di questi 56 mila accertamenti, la stragrande maggioranza e' gia' finita in contenzioso davanti alle commissioni tributarie”.
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS