Mercoledì 17 settembre 2003

PIU' LEGGERA LA SANZIONE PER LE DICHIARAZIONI IN RITARDO

a cura di: Studio Meli S.r.l.
La dichiarazione correttiva fatta e presentata entro novanta giorni dalla scadenza del termine è punibile con la sanzione prevista per il ritardo e non con quella prevista per l'infedeltà: in euro, significa che la violazione può essere sanata pagando l'importo fisso di 32 euro e non il 20% della maggiore imposta o del minor credito. L'Agenzia delle entrate ha avuto modo di chiarire che con l'espressione ´correttiva nei termini' si intende la dichiarazione presentata con ritardo non superiore a novanta giorni. Da qui possono discendere le ulteriori considerazioni in materia di sanzioni e ravvedimento operoso. Secondo le istruzioni di compilazione dei modelli, nel caso in cui il contribuente intenda rettificare o integrare una dichiarazione già presentata, prima della scadenza del termine di presentazione, deve presentare una nuova dichiarazione compilandola integralmente e barrando la casella ´correttiva nei termini'. Scaduti i termini, invece, l'operazione di rettifica o integrazione comporta la presentazione di una nuova dichiarazione nei termini previsti dall'art. 13 del dlgs 18/12/97, n. 472 (cioè entro il termine di scadenza per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno successivo), barrando in tal caso la casella ´dichiarazione integrativa'.
Fonte: Italia oggi articolo di Franco Ricca
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report