Venerdì 11 giugno 2010

Per i giudici europei il calcolo dell’anzianita' contributiva nel part time verticale dell'Inps e' discriminatorio

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di giustizia europea, con la sentenza relativa alle cause riunite C395/08 e C396/08, torna sull’argomento “pensioni”, constatando che le norme italiane risultano meno favorevoli nel determinare l’anzianita' contributiva di un contratto di part-time rispetto al contratto di lavoro a tempo pieno comparabile. I giudici lussemburghesi ricordano che la direttiva n. 97/81 (accordo quadro sul lavoro a tempo parziale) spinge i Paesi membri a promuovere il contratto di lavoro parziale, eliminando ogni discriminazione con quello di lavoro full-time. Di fatto, in Italia, cio' non accade dato che nel caso del contratto di lavoro part-time verticale si constata una base di calcolo per il trattamento previdenziale che risulta discriminatoria rispetto ai lavoratori a tempo pieno. Cioe', nel caso del contratto di lavoro part-time verticale (per esempio di 6 mesi l’anno), l’anzianita' contributiva necessaria per avere accesso alla pensione si raggiunge in un numero di anni doppio rispetto a quello del lavoratore assunto a tempo pieno. Questo, perche' nel contratto verticale ciclico non e' prevista la tutela previdenziale per il mancato lavoro. La Corte Ue, nel voler superare il citato trattamento discriminatorio, impone al nostro Paese di riconoscere, ai fini del calcolo dell’anzianita' contributiva che da' diritto alla pensione, la durata effettiva del rapporto di lavoro e non, come sostiene l’Inps, la quantita' di lavoro effettivamente fornita.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 33 – Il part time e` discriminato per la copertura pensionistica - An.C.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS