Giovedì 17 maggio 2001

OBBLIGO DI NOTAIO PER LA CONVERSIONE CAPITALE SOCIALE IN EURO

a cura di: Studio Chirico Commercialisti Associati
Resta sempre controversa la modalità di conversione in euro del capitale sociale: dopo le difformità da sede a sede segnalate dalle Camere di commercio, va infatti registrato l’intervento di Assonime a sostegno della necessità del notaio (o del Tribunale) per "suggellare" le decisioni delle società. In una circolare, infatti, l’Associazione tra le società italiane per azioni boccia la "deregulation" suggerita dai giudici di Milano, che ritenevano inutile sia la presenza notarile sia l’omologa. L’una o l’altra, secondo Assonime, restano indispensabili per la conversione del capitale sociale nella moneta unica europea. Così come sembra inevitabile il ricorso alla modifica statutaria per adeguare le quote delle società a responsabilità limitata all’unità di euro o ai suoi multipli, in ossequio al Codice civile. Di fatto, il vincolo dell’unità di euro sembra tradursi in un aggravio per gli adempimenti delle Srl, finendo per contrastare con lo spirito delle disposizioni comunitarie e nazionali che regolano la transizione.
Fonte: http://www.ilsole24ore.com
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS