Venerdì 25 gennaio 2002

NUOVA PROCEDURA PER LA CORREZIONE DEGLI ERRORI NEL MODELLO F24

a cura di: Studio Chirico Commercialisti Associati
Con la circolare n. 5/E/2002 l'Agenzia delle Entrate ha segnalato il varo di una nuova procedura per la correzione degli errori di compilazione dei modelli di versamento F24. Questo tipo di versamento "unificato" introdotto nel 97/98 può prestarsi tuttavia ad errori da parte dei contribuenti per diverse ragioni (es il numero elevato di codici tributo, la ripartizione in sezioni distinte a secondo dell'ente percettore del tributo, la necessità di segnalare in modo preciso le compensazioni effettuate, la necessità di evidenziare la rateizzazione degli importi dovuti). Sono proprio questi errori, compiuti non solo dai contribuenti che ostacolano l'imputazione corretta delle somme agli enti percettori e quindi sono all'origine delle numerose contestazioni per mancato pagamento (quando il pagamento è stato invece effettuato) da parte degli uffici dell'Agenzia. Con la nuova procedura, per sanare gli errori "prima" della liquidazione della dichiarazione, gli uffici sono stati dotati di una nuova procedura informatica automatizzata che consente la rettifica dei dati presenti nelle sole sezioni del modello di pagamento: ERARIO e REGIONI - ENTI LOCALI. Grazie a questa procedura gli uffici potranno quindi: 1. correggere il periodo di riferimento; 2. correggere i codici tributo; 3. ripartire fra più tributi l'importo a debito o a credito indicato con un solo codice tributo. Le correzioni che gli uffici possono apportare a seguito delle istanze dei contribuenti si riferiscono ad errori che non incidono sul pagamento del debito tributario complessivo. Questi errori si configurano come violazioni puramente formali e pertanto, in base all'art. 10 dello Statuto del contribuente, non sono assoggettabili a sanzioni. Conseguentemente i contribuenti possono presentare le istanze di rettifica dei modelli F24 erroneamente compilati ad uno qualsiasi degli uffici locali; un facsimile dell'istanza, è disponibile su sito di ateneoweb o cliccando sul seguente link: Documenti --> D - Dichiarazioni Fiscali (IIDD-IVA-770-ICI-Intrastat) e deleghe di versamento In conclusione: - l'istanza di correzione non va più presentata alla Struttura di Gestione, ma agli Uffici locali; - in nessun caso, qualora si tratti di errori puramente formali, si farà luogo all'irrogazione di sanzioni.
Fonte: Il sole 24 ore
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS