Lunedì 16 maggio 2005

NIENTE LETTERE D'INTENTO PER IL CURATORE

a cura di: Studio Meli S.r.l.
Il curatore fallimentare non è né rappresentate né sostituto del soggetto fallito ma pubblico ufficiale ausiliare del giudice delegato. Ne consegue che è tenuto ad adempiere soltanto agli obblighi che la legge tassativamente prevede a suo carico. Perciò il curatore non è tenuto alla comunicazione telematica dei dati delle lettere d'intento ricevute dal soggetto fallito prima della data di apertura della procedura nè successivamente. Ciononostante, va precisato che in sede di liquidazione fallimentare dell'attivo, il cessionario potrebbe legittimamente chiedere di acquistare in regime di non imponibilità fornendo la relativa dichiarazione d'intento al curatore, il quale sarebbe in seguito sicuramente tenuto ad inoltrare la comunicazione prevista per legge.
Fonte: Il Sole 24 Ore del 15/05/2005 - Enzo Sollini
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali