Mercoledì 17 dicembre 2014

Massaggi rivolti genericamente al benessere della persona: non applicabile la disciplina dell’attività di estetista

a cura di: TuttoCamere.it
I massaggi finalizzati al “benessere della persona” non rientrano nella attività di estetista, fatti salvi i requisiti igienico sanitari.
Lo ha riconfermato il Ministero dello Sviluppo Economico con il Parere del 4 novembre 2014, Prot. 0194665, con il quale però lo stesso Ministero inoltra una nuova richiesta di parere di conferma al Ministero della Salute.

Il Ministero dello Sviluppo Economico si era, infatti, già pronunciato in tal senso con Nota del 8 luglio 2013, Prot. 114579, portando a sostegno della propria tesi il parere del Ministero della Salute, espresso con la nota del 7 agosto 2013, Prot. 36979, nella quale si sosteneva che “l’attività del massaggio tailandese non è annoverabile tra le prestazioni sanitarie, poiché non ha finalità terapeutica, né tanto meno finalità estetica”. Il Ministero della Salute concordava, pertanto, con quanto affermato dal Ministero dello Sviluppo Economico con la citata nota relativamente alla non applicabilità della disciplina dell’attività di estetista ai centri di massaggio tailandese.

Nella nota il Ministero dello Sviluppo Economico sosteneva che, in mancanza di specifiche disposizioni legislative, le attività di massaggi, non riconducibili alle tipologie previste dall’art. 1 della L. n. 1 del 1990, ma riguardanti il più generico mantenimento di una naturale condizione di “benessere”, non devono essere sottoposte a specifiche restrizioni all’esercizio (art. 1, comma 2, D.L. n. 1/2012, convertito dalla L. n. 27/2012), quali ad esempio il possesso del titolo abilitante alla professione di estetista, fatti salvi, in ogni caso, il rispetto delle generali norme igienico-sanitarie applicabili nonché ogni eventuale profilo demandato alle disposizioni regionali o comunali (ad es. relativamente all’idoneità dei locali).

Ma, considerato che in materia continuano a persistere posizioni discordanti, il Ministero dello Sviluppo Economico ha inoltrato una nuova formale richiesta al Ministero della Salute di chiarire se quanto sostenuto nella nota n. 36979 del 7 agosto 2013 sia ancora da ritenersi valido, anche in considerazione della posizione assunta dal Consiglio di Stato con l’Ordinanza n. 5355 del 2008, con la quale veniva accolto l’appello contro un’ordinanza del TAR Veneto concernente un ordine di cessazione dell’attività di estetista in considerazione del fatto che “l’attività di estetista ricomprende qualunque trattamento finalizzato al benessere del corpo, ivi compresi i massaggi rilassanti e l’attività di riflessologia plantare”.

Per un approfondimento dell’argomento e per scaricare il testo dei citati pareri ministeriali clicca qui.

Fonte: http://www.tuttocamere.it

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report