Martedì 8 ottobre 2013

Le imposte sul contratto preliminare

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Il contratto preliminare deve essere generalmente registrato entro un termine fisso (20 giorni se è redatto in Italia, 60 giorni se redatto all'estero). Sono soggetti a registrazione, a prescindere dalla successiva conclusione del contratto pubblico definitivo, tutti i contratti stipulati per atto pubblico o per scrittura privata autenticata. L’obbligo di registrazione in termine fisso prescinde dal regime Iva dell’atto. I contratti preliminari, in quanto a effetti meramente obbligatori, scontano l’imposta di registro in misura fissa (attualmente, 168 euro), come previsto dall’articolo 10 della Tariffa, parte I, allegata al Dpr 131/1986. In seguito, al momento dell’eventuale stipula del contratto definitivo, dovranno essere corrisposte le imposte indirette dovute sull’atto posto in essere. Nel caso in cui il contratto preliminare preveda la corresponsione di una somma a titolo di acconto, soggetto a Iva, tale importo è tassato con quell'imposta in misura autonoma; anche in questa ipotesi, l’imposta di registro dovrà essere versata in misura fissa.
Fonte: FiscoOggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report