Giovedì 13 novembre 2014

La marca da bollo per le fatture (non elettroniche) spedite tramite posta elettronica

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Nel caso, sempre più frequente, di invio della fattura al cliente tramite posta elettronica in formato PDF (o altro formato digitale) l’Agenzia Entrate (seppur in modo informale, rispondendo alle richieste allo sportello) ha avuto modo di precisare che:

  • la fattura originale su cui applicare la marca da bollo da 2,00 euro, se dovuta, deve essere conservata da chi emette la fattura;
  • sulla copia inviata al cliente in formato digitale deve essere indicata la dicitura: “Imposta di bollo assolta sull’originale”, indicando anche il numero identificativo della marca da bollo apposta sulla fattura originale.

La risposta è di assoluto buonsenso poiché risolve l’impossibilità materiale ad apporre una marca su un documento trasmesso in formato digitale, pur senza arrecare alcun danno all’erario e senza ostacolare le attività di verifica.

Ricordiamo che l’invio tramite email non costituisce trasmissione di fattura elettronica ai sensi del DLGS.52/04 e DM.23/01/2004, pertanto la fattura così ricevuta dovrà essere stampata e conservata in conformità a quanto previsto dal DPR 633/72 e succ. modifiche.


DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web