Martedì 23 settembre 2003

LA DENUNCIA DI FURTO DELLE FATTURE NON GIUSTIFICA LA DETRAZIONE DELL’IVA

a cura di: Studio Meli S.r.l.
Con la sentenza n. 13605 del 16 settembre la Corte di cassazione ha ritenuto indebita la detrazione dell'Iva operata dal contribuente che non si era attivato per ricostruire il contenuto delle fatture. La Corte ha sostenuto che, in caso di furto dei documenti contabili, non spetta all'amministrazione operare un esame incrociato dei dati, ma è il contribuente che deve acquisire, presso i fornitori, la copia di essi, per provare la legittimità e la correttezza della detrazione. Il diritto alla detrazione dell'Iva può essere esercitato se: 1) l'imposta è stata indicata separatamente in fattura, a titolo di rivalsa; 2) il contribuente è in possesso del documento d'acquisto, regolarmente annotato nel registro degli acquisti. La denuncia di furto non è da sola sufficiente a dare prova dei fatti controversi, se manca la precisa indicazione riguardante le singole fatture e il loro contenuto e incombe quindi sul contribuente la dimostrazione dell'esistenza dei documenti contabili.
Fonte: Il Sole24ore - S.Trovato
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali