Martedì 9 marzo 2010

La Cassazione sulla formazione continua

a cura di: eDotto S.r.l.
La Cassazione si e' pronunciata in materia di formazione continua dei professionisti intervenendo in una vicenda di un notaio di Ancona che, non avendo accumulato, in un biennio, i 100 crediti formativi richiesti, si era visto irrogare una sanzione disciplinare.

Nel testo dell'ordinanza n. 2235 del 1° febbraio 2010, in particolare, la Corte ha sottolineato come, per i professionisti, il mancato aggiornamento comporti un danneggiamento alla dignita', al decoro e al prestigio della professione che va soggetto alle stesse sanzioni previste in caso di compimento di errori gravi tecnici. Inoltre, e' da escludere che le norme deontologiche elaborate da un consiglio dell’ordine professionale – si legge nel testo del provvedimento – siano suscettibili di sindacato di legittimita' costituzionale ne' che possa ravvisarsi, nell’obbligo imposto a un professionista di formazione ed aggiornamento, l’introduzione di un nuovo requisito per l’esercizio della professione, altrimenti coperta da riserva di legge.

Ribadita, quindi, l'obbligatorieta' della formazione professionale e la legittimita' dell'applicazione di sanzioni disciplinari in caso di mancato raggiungimento dei crediti richiesti, i giudici di Cassazione hanno poi precisato come, ai fini dell’applicazione di specifiche circostanze attenuanti rispetto alla sanzione disciplinare irrogata, deve comunque essere tenuta in considerazione l’eventuale esistenza di particolari e comprovate condizioni di salute che impediscono al professionista di raggiungere il numero minimo di crediti formativi previsti.

Sempre sul fronte della formazione continua, lo scorso 8 marzo, a Bologna, e' stata ufficializzata una convenzione di reciprocita' tra avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro grazie alla quale i professionisti bolognesi iscritti ai tre ordini professionali, a determinate condizioni, potranno partecipare agli eventi formativi organizzati anche da ordine e fondazione di non appartenenza.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 36 – Censurato chi non segue la formazione continua - Saporito
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web