Martedì 17 novembre 2009

La casalinga e' lavoratrice non dipendente

a cura di: eDotto S.r.l.
Con la lettera circolare C/2009 n. 19605 del 16 novembre 2009 il ministero del Lavoro chiarisce che la lettera c) dell'articolo 40 del Dlgs 151/2001, che riconosce al padre lavoratore il diritto di fruire dei periodi di riposo giornalieri (per allattamento) nel caso in cui la madre non sia lavoratrice dipendente, si applica anche in caso di madri casalinghe. Nel richiamare la sentenza n. 4293 del 9 settembre 2008 del Consiglio di Stato, che ha stabilito che la fattispecie indicata dal Dlgs citato comprenda la lavoratrice casalinga e che norma e' rivolta a dare sostegno alla famiglia ed alla maternita' (in attuazione delle finalita' generali, di tipo promozionale, scolpite dall'art. 31 Cost.), il Ministero spiega che l’intento del legislatore e' di garantire che il padre possa provvedere alla cura del figlio, beneficiando dei permessi, allorquando la madre non ne abbia diritto, in quanto lavoratrice non dipendente, e pur tuttavia sia impegnata in attivita' che la distolgano dalla cura del neonato.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 37 – Riposi per allattamento ai mariti delle casalinghe – Gheido
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS