Mercoledì 16 dicembre 2009

L'occasione resta per i "mezzi" sanati

a cura di: eDotto S.r.l.
Conclusa anche l’ultima giornata utile per le operazioni di emersione, si e' gia' chiesto, e l’Economia sta gia' valutando, lo scudo quater. Per quanti hanno aderito, il denaro rimpatriato e' confluito in un conto segregato, presso un concittadino intermediario. I titoli ivi depositati, se ceduti possono produrre redditi. L’anonimato del conto e' garantito purche' non vi siano altre somme a titolo diverso. L’uscita dalla custodia degli altri beni rimpatriati – opere d’arte, oggetti preziosi e gioielli – ad esempio per portarli a casa, fa perdere l’anonimato. Il contribuente “sanato” dalla regolarizzazione della posizione estera deve indicare nel quadro RW del modello Unico 2010 le attivita' finanziarie e i beni oggetto della sanatoria (e qualsiasi trasferimento estero o bene posseduto all’estero). Otterra', in relazione ad essi, la protezione dagli accertamenti fiscali per gli anni dal 2004 al 2008 e la tutela penale per i reati fiscali e il falso in bilancio. Per chi abbia solo avviato l’operazione, l’emersione puo' completarsi entro il 31 dicembre 2010 se e' esistita una causa ostativa – ritardi dell’istituto bancario estero nel far partire il bonifico del denaro, la necessaria attesa per la liquidazione dei titoli o per la trasmissione della documentazione ad opera della banca estera - capace di impedire la chiusura entro ieri. L’imposta straordinaria dev’esser stata versata e dev’esser stata presentata la dichiarazione riservata provvisoria. Al 31.12.2010 dovranno essersi pure concluse le operazioni di rimpatrio giuridico (percorribile anche per gli immobili attraverso cartolarizzazione o affidamento in gestione a una fiduciaria), restando materialmente all’estero i titoli e gli oggetti preziosi, affidati in gestione. La legge sullo scudo fiscale prevede invero due occasioni di regolarizzazione: quella che comporta il rientro materiale dei capitali e quella per la quale e' sufficiente il loro rientro legale, che consiste nel dichiararli per il Fisco italiano e intestarli a una persona fisica residente in Italia, soggetta alle imposte in Italia, o a un’entita' dotata di personalita' giuridica propria, che abbia il domicilio nel nostro Paese e sia quindi soggetta al sistema tributario italiano. La dichiarazione riservata provvisoria cede alla definitiva quando la causa ostativa viene meno. Se l’importo indicato e' inferiore alla somma su cui s’e' pagata la straordinaria al 5%, il corrisposto in piu' verra' rimborsato. Il contribuente che ha avviato l’operazione puo', se il Fisco intraprende nei suoi riguardi un accertamento fiscale, opporre lo scudo.
Fonte: www.press.cndcec.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali