Martedì 31 marzo 2015

L. N. 33/2015. Rilevanti novita' anche in materia di Start-Up innovative

a cura di: TuttoCamere.it
E' stato pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015 (Suppl. Ord. n. 15), la Legge 24 marzo 2015, n. 33, recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 gennaio 2015, n. 3, recante misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti" (c.d. decreto "Investment compact").

Rilevanti novita' sono state introdotte anche in materia di Start-Up innovative.

In primo luogo, "al solo fine di favorire l'avvio di attivita' imprenditoriale e con l'obiettivo di garantire una piu' uniforme applicazione delle disposizioni in materia di start-up innovative e di incubatori certificati", l'atto costitutivo e le successive modificazioni di start-up innovative sono redatti per atto pubblico ovvero per atto sottoscritto con firma digitale, con le modalita' previste dall'articolo 24 del D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell'amministrazione digitale), in conformita' del modello standard tipizzato, che dovra' essere adottato con decreto del Ministro dello sviluppo economico, e trasmessi al competente ufficio del Registro delle imprese (art. 4, comma 10-bis).
In secondo luogo, con una modifica apportata al comma 8 dell'art. 26, del D.L. n. 179/2012 convertito dalla L. n. 221/2012, viene incrementato di un anno, da 4 a 5, sia il limite temporale entro il quale poter essere considerata Start up innovativa dalla data di costituzione della societa' che il periodo massimo di esonero dal pagamento dell'imposta di bollo, dei diritti di segreteria e dal pagamento del diritto annuale dovuto in favore delle Camere di Commercio (art. 4, comma 11-ter).

In alternativa a quanto stabilito dall'articolo 2470 del Codice Civile e dall'articolo 36, comma 1-bis del D.L. n. 112/2008, convertito dalla L. n. 133/2008, vengono dettate nuove disposizioni per la sottoscrizione o l'acquisto e per la successiva alienazione di quote rappresentative del capitale sociale di Start-Up innovative e di PMI Innovative costituite in forma di societa' a responsabilita' limitata (art. 4, commi dal 2-bis al 2-quinquies).
Prevista, inoltre, la istituzione, all'interno del sito istituzionale del Ministero dello sviluppo economico, di un portale nel quale dovranno essere indicati tutti i documenti e le informazioni necessari per accedere ai bandi di finanziamento pubblici e privati diretti e indiretti in favore delle piccole e medie imprese innovative e delle start-up innovative (art. 4, comma 10-ter) e di un secondo portale informatico, da istituire entro il 30 luglio 2015, che dovra' raccogliere tutti gli interventi normativi relativi al settore delle Start-up innovative (art. 4, comma 11-bis), con lo scopo di fornire chiare informazioni rispetto alle modalita' di accesso ai bandi, ai finanziamenti e a tutte le forme di sostegno offerte al settore dalle strutture governative, indicando anche gli enti di riferimento preposti come interlocutori dei vari utilizzatori. Il portale dovra' altresi' contenere una sezione dedicata ai territori, nella quale siano indicati tutti i riferimenti regionali e locali, con particolare attenzione ad una mappatura dettagliata degli incubatori e delle strutture di sostegno alle start-up stesse.

Per un approfondimento dell'argomento e per scaricare il testo del D.L. n. 3/2015, coordinato con le modifiche apportate dalla legge di conversione n. 33/2015, clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report