Venerdì 21 gennaio 2011

L’Anci critica il federalismo e vuole conferire con il Governo

a cura di: eDotto S.r.l.
“Il provvedimento licenziato dal ministro Calderoli e ora all'attenzione della commissione Bicamerale per il federalismo è dominato da confusione e incertezza, che probabilmente sono il prodotto dell'attuale fase politica che Governo e Parlamento stanno vivendo”, così il presidente dell'Anci, Sergio Chiamparino, che ha lanciato la proposta di una fase interlocutoria in conferenza unificata straordinaria per discutere e modificare gli aspetti ancora non soddisfacenti.

In un documento, con data 20 gennaio 2011, i principali rilievi:

- la disciplina transitoria per gli anni 2011-2013 non contiene le risposte in materia di autonomia più volte chieste che potevano consentire di recuperare, anche se parzialmente, i tagli del 2010 alle risorse (lo sblocco dell’addizionale Irpef, il contributo di soggiorno e la devoluzione dell’incremento di gettito dei tributi immobiliari attribuiti ai comuni);

- la fase a regime gli anni 2014 e seguenti, pur individuando una serie di opportunità per incrementare l’autonomia dei comuni, mantiene ancora troppe incertezze, relative ai tempi ed ai valori, tali da non poter consentire una piena valutazione degli effetti che le nuove norme potranno determinare sul territorio;

- manca totalmente una regolamentazione della perequazione dalla quale dipende la tenuta dell’assetto che la legge n. 42/2009 ha definito.

Tra le varie richieste troviamo: prevedere che l’incremento di gettito dei tributi devoluti resti nei comuni ove esso è prodotto e stabilire modalità che consentano di decidere congiuntamente - Governo, Parlamento e Comuni - le aliquote di compartecipazione ai tributi immobiliari, all’Irpef, alla cedolare secca nonché di avere certezza e stabilità per l’aliquota dell’IMUP da fissare nel decreto.
Fonte: http://www.corriere.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report