Venerdì 20 novembre 2009

L’agenzia delle Entrate invita ad aderire allo scudo fiscale

a cura di: eDotto S.r.l.
Sono state circa 20mila le lettere che nei giorni scorsi l’agenzia delle Entrate ha inviato a tutti quei contribuenti che nel corso del 2008 hanno effettuato movimenti verso l’estero, per un ammontare complessivo superiore a 50.000 euro, senza darne indicazione nella dichiarazione dei redditi. Le lettere, prodotte sulla base di informazioni effettivamente nelle disponibilita' delle autorita' fiscali, non avviano veri e propri accertamenti ma non vanno sottovalutate, dato che le informazioni in possesso del Fisco potranno essere utilizzate in qualsiasi momento per attivare controlli sui destinatari. In questa fase, si invitano volontariamente i soggetti operanti nel settore dell’export a regolarizzare le loro posizioni, qualora si sia omessa in tutto o in parte l’indicazione dei proventi di fonte estera nella sezione della dichiarazione dei redditi ad essi dedicata. Un avviso che spinge i contribuenti all’"adempimento spontaneo degli obblighi fiscali" e che li invita, qualora siano gia' incorsi nelle violazioni indicate, “a considerare le opportunita' di ravvedimento offerte dalla normativa fiscale, che consentono di ottenere una riduzione delle sanzioni”. La comunicazione delle Entrate punta, cosi', direttamente allo scudo fiscale e pone in guardia i contribuenti dalle pesanti sanzioni cui andrebbero incontro nel caso in cui non si avvalessero della sanatoria attualmente in vigore. Nella lettera si ricorda che: - nel caso venga omessa l’indicazione dei redditi di fonte estera e' irrogabile una sanzione compresa tra il 133 e il 266 per cento della maggiore imposta dovuta. La sanzione sale a un importo compreso tra il 160 e il 320 per cento della maggiore imposta se e' omessa la presentazione della dichiarazione; - in ipotesi di omessa indicazione degli investimenti e dei trasferimenti, per cui non sono riconosciuti gli esoneri dichiarativi da parte della legge, e' irrogabile una sanzione compresa tra il 10 e il 50 per cento dell’ammontare degli importi non dichiarati ed e' prevista la confisca di beni di valore corrispondente.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 33 – Le super-sanzioni per spingere allo scudo fiscale – Criscione, Santacroce
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web