Giovedì 28 gennaio 2010

Inverosimile che una semplice infiltrazione possa rendere inagibile l’immobile per piu' di 18 mesi

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, nella sentenza 1392 del 26 gennaio 2010, interviene in merito ai benefici fiscali sulla prima casa spiegando che: non ha diritto all’agevolazione il contribuente che non abita la casa entro i 18 mesi successivi al rogito adducendo come motivazione la presenza nell’immobile di infiltrazioni provenienti dal piano superiore. Si legge nella sentenza che “a prescindere da ogni altra considerazione una infiltrazione di acque reflue in un appartamento non rappresenta in se' un impedimento avente le caratteristiche della forza maggiore se non in caso di prova del momento della sua insorgenza, del suo protrarsi, ovvero di eventuali complicanze idonee a rendere particolarmente lunga e difficile la riparazione e ad impedire in modo assoluto e per tutto il tempo a disposizione non solo la presenza nell'immobile ma, in ogni caso, l'ottenimento del trasferimento della residenza anagrafica”. Dunque, sembra inverosimile che una semplice infiltrazione possa rendere inagibile l’immobile per piu' di 18 mesi. La Cassazione ha accolto con rinvio il ricorso presentato dall'amministrazione finanziaria e gli atti torneranno alla Ctr romana che dovra' stabilire se nel caso specifico l'immobile era davvero inagibile oppure no.
Fonte: ItaliaOggi, p. 22 – Prima casa, stretta sui benefit - Alberici
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web