Mercoledì 31 agosto 2016

Intermediari e imprese di assicurazione e riassicurazione - Misura e modalità di versamento del contributo di vigilanza dovuto per il 2016

a cura di: TuttoCamere.it

Sono stati pubblicati, sulla gazzetta Ufficiale n. 188 del 12 agosto 2016, due decreti del Ministero dell'Economia e delle Finanze - entrambi datati 3 agosto 2016 - recanti la fissazione della misura e delle modalità di versamento all'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, del contributo dovuto, per l'anno 2016, da parte, rispettivamente, dagli intermediari di assicurazione e riassicurazione e dalle imprese esercenti attività di assicurazione e riassicurazione.

1) I soggetti che risultano iscritti al registro unico nel Ruolo degli intermediari di assicurazione e riassicurazione (RUI) alla data del 30 maggio 2016, devono pagare entro il contributo di vigilanza dovuto per l'anno 2016 all'IVASS.

Il provvedimento stabilisce gli importi dovuti nella misura di:

  • euro 47,00 per le persone fisiche iscritte nelle sezioni A e B del registro;
  • euro 254,00 per le persone giuridiche iscritte nelle sezioni A e B del registro;
  • euro 18,00 per i produttori diretti iscritti nella sezione C del registro.

Per le persone giuridiche iscritte nella sezione D del registro, il contributo di vigilanza è determinato nella misura di

  • euro 9.400,00 per le banche con raccolta premi pari o superiori a cento milioni di euro e Poste Italiane; - euro 6.800,00 per le banche con raccolta premi da 1 a 99,9 milioni di euro;
  • euro 2.300,00 per le banche con raccolta premi inferiore a un milione di euro, intermediari finanziari e SIM.
    Un successivo provvedimento determinerà la data entro cui dovrà essere effettuato il pagamento.

2) I soggetti di cui all'art. 335, comma 1, del D.Lgs. 7settembre 2005, n. 209, devono pagare all'IVASS un contributo di vigilanza che per l'anno 2016 è stabilito nella misura unica dello 0,34 per mille dei premi incassati nell'esercizio 2015 delle assicurazioni nei rami vita e nei rami danni, nonché della riassicurazione.

Il provvedimento chiarisce che ai fini della determinazione del contributo di vigilanza i premi incassati nell'esercizio 2015 dalle imprese di assicurazione e riassicurazione, sono depurati degli oneri di gestione, quantificati, in misura pari al 4,4 per cento dei predetti premi.

Il contributo di vigilanza per l'anno 2016 è versato direttamente all'IVASS, nei modi e nei termini che sono stati stabiliti dal provvedimento dell'IVASS n. 39 del 4 dicembre 2015.

Il provvedimento ha stabilito che a decorrere dall'anno 2016, il contributo di vigilanza dovrà essere versato in due rate aventi le seguenti scadenze:

  • entro il 31 gennaio, un acconto pari al 50 per cento del contributo versato per l'anno precedente,
  • entro il 31 luglio il saldo e conguaglio.

Il versamento del contributo dovrà avvenire mediante bonifico bancario a favore di IVASS, via del Quirinale 21, 00187 Roma sul c/c acceso presso il Banco di Brescia, IBAN IT 56 I 03500 03205 00000 0038000, indicando nella causale il codice IVASS dell'impresa e la descrizione "acconto/saldo contributo di vigilanza anno XXXX".

Per un approfondimento dell'argomento scaricare il testo dei due decreti ministeriali clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali