Speciale bilancio - strumenti che semplificano e organizzano il lavoro - Clicca per maggiori informnazioni!
Mercoledì 31 marzo 2010

Incongruente con la norma l’annuncio di una procedura per l’invio dei dati sul rimpatrio

a cura di: eDotto S.r.l.
E' giunto per gli intermediari finanziari il termine (31 marzo 2010) entro cui inviare alle Entrate i dati rilevanti per il monitoraggio fiscale. Con il comunicato del 29 marzo scorso l’Agenzia ha chiarito che non dovranno essere inserite le informazioni relative ai soggetti che hanno effettuato operazioni secondo le norme sullo scudo fiscale. E' allo studio, infatti, una modalita' di trasmissione ad hoc per la comunicazione delle informazioni relative alle operazioni di rimpatrio e/o regolarizzazione delle attivita' patrimoniali e finanziarie detenute all’estero. Si pone in evidenza, a tal proposito, una incongruenza tra il comunicato e la circolare n. 43/E/2009 in cui viene affermato che gli intermediari devono “effettuare le rilevazioni, ai fini della disciplina sul monitoraggio fiscale, degli importi rimpatriati e regolarizzati ai sensi dell’articolo 1, commi 1 e 2, del decreto legge n. 167 del 1990. Inoltre, limitatamente alle operazioni di regolarizzazione, gli intermediari devono comunicare i dati e le notizie relativi alle operazioni stesse ai sensi dell’articolo 1, comma 3, del predetto decreto legge. Quest’ultimo obbligo non vale per le operazioni di rimpatrio al fine di garantire il regime di riservatezza previsto dall’articolo 14 del decreto legge n. 350 del 2001”. Dunque, pare strano che le Entrate stiano pensando ad una procedura per la comunicazione delle informazioni relative alle operazioni di rimpatrio quando e' espressamente previsto da legge che non devono essere comunicate.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 29 – Per il rimpatrio nessuna comunicazione – Santacroce
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali