Lunedì 8 giugno 2009

Imposta con base allargata

a cura di: eDotto S.r.l.
A partire dalla dichiarazione 2009, le societa' di capitali e i soggetti Irpef che hanno esercitato a suo tempo la specifica opzione, determineranno la base imponibile Irap assumendo direttamente i dati dal conto economico. Si tratta di un cambiamento radicale rispetto al passato, che ha destato non pochi dubbi cui l’agenzia delle Entrate ha tentato di rispondere la circolare n. 27/E/2009 e con le repliche date in occasione dell’incontro Map con i professionisti che si e' tenuto lo scorso 28 maggio. Una delle novita' maggiori consiste nel fatto che le plusvalenze/minusvalenze derivanti dalla cessione di immobili patrimonio sono sempre rilevanti ai fini della determinazione della base imponibile. Di conseguenza, l’articolo 5 del Dlgs 446/97 non presenta piu' un’esplicita esclusione dalla base imponibile delle plusvalenze generate da cessione d’azienda. Anzi, il comma 4 dell’articolo afferma la rilevanza ai fini Irap dei componenti collocati nell’area A o B del conto economico ma correlati a componenti che nel passato o nel futuro sono stati o saranno inseriti in queste aree. Inoltre, tenendo conto del principio di derivazione, non v’e' dubbio che le plus/minus derivanti da cessioni di beni e iscritte nelle voci A5 e B14 del conto economico siano sempre da considerare nella nuova Irap, come, per esplicita previsione normativa, lo sono anche quelle derivanti dalla cessione di immobili patrimonio. Piu' complesso e', invece, il discorso che riguarda le plusvalenze iscritte nell’area straordinaria, in quanto derivanti da operazioni di riconversione industriale o quelle derivanti da cessione d’azienda. A tal proposito, la circolare 27/E spiega che le plusvalenze derivanti da cessioni di beni strumentali rilevano sempre ai fini dell’Irap anche se contabilizzate nella sezione dei componenti straordinari del Conto economico, dato che in virtu' del principio di correlazione le quote di ammortamento di quel bene sono state dedotte dal valore della produzione. Diverso e' il caso dei beni ceduti insieme all’azienda, per cui le Entrate hanno dichiarato l’irrilevanza Irap. In questa circostanza, la plusvalenza e' del tutto indeducibile, in quanto - sostiene l’Agenzia - “ cio' e' coerente con quanto previsto ante riforma e poiche' la cessione d’azienda genera plus/minus sempre straordinarie”. Le modifiche apportate alla disciplina che determina la base imponibile Irap pongono in primo piano il problema di gestire il passaggio dall’ultimo esercizio caratterizzato dalle vecchie regole al primo esercizio di applicazione della nuova disciplina. Quest’anno, quindi, il dilemma se pagare o non pagare l’Irap sta colpendo sempre piu' i contribuenti che, a tal proposito, vengono condizionati anche dai recenti interventi della Corte di cassazione. Le ultime pronunce, di fatto, hanno anticipato i versamenti estivi, allargando il numero dei soggetti che possono decidere di non riconoscere, nell’attivita' svolta, i requisiti necessari per l’applicazione del tributo regionale. Le diverse pronunce sull’argomento devono, pero', essere interpretate applicandole al caso concreto, ma sempre sottolineando che ogni volta che il contribuente scelga di non pagare il tributo si trovera' esposto al contenzioso con gli uffici dell’Amministrazione finanziaria.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 2 – Imposta con base allargata – Meneghetti
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report