Venerdì 2 settembre 2016

Il riordino della SCIA - Reso noto il Parere del Consiglio di Stato sullo schema di decreto SCIA2

a cura di: TuttoCamere.it

Ricordiamo, anzitutto, che il Consiglio dei ministri del 15 giugno 2016, dopo aver approvato, in esame definitivo, il decreto legislativo recante attuazione della delega di cui all'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA1) - poi concretizzatosi nel D.Lgs. 30 giugno 2016, n. 126 - ha anche approvato, in via preliminare, un secondo decreto legislativo in materia di individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività, silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti (c.d. SCIA2).

Nello specifico lo schema di decreto - composto da 6 articoli e da una Tabella A - provvede alla precisa individuazione delle attività oggetto di segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA) o di silenzio-assenso o di mera comunicazione, nonché quelle per le quali è necessario il titolo espresso e introduce le conseguenti disposizioni normative di coordinamento.

Su tale schema di decreto, il Consiglio di Stato ha reso il proprio parere (Parere del Consiglio di Stato, Commissione speciale, 4 agosto 2016, n. 1784/2016).

Secondo il Consiglio di Stato il provvedimento compie una duplice opera di semplificazione: in primo luogo introducendo regimi meno restrittivi in tali materie; in secondo luogo dando attuazione alla concentrazione dei regimi di cui all'art. 19-bis della legge n. 241 del 1990, introdotto dall'art. 3, comma 1, lett. c) del decreto legislativo n. 126 del 2016.

Il rapporto tra la Tabella e il testo è regolato dall'art. 2 del presente decreto, il quale stabilisce le corrispondenze tra le previsioni tabellari e la disciplina normativa applicabile, nonché l'applicazione dell'art. 19-bis della legge n. 241 del 1990 alle ipotesi in cui per lo svolgimento dell'attività siano necessari diversi atti di assenso, segnalazioni o comunicazioni.

La Tabella effettua una ricognizione della disciplina delle attività private in materia di edilizia, ambiente e commercio, distinguendo tra SCIA, SCIA unica, comunicazione, autorizzazione ed eventuale silenzio assenso.

Il Consiglio di Stato esamina i problemi affrontati e le relative soluzioni proposte e non manca, al contempo, di segnalare:

  • alcune questioni che rimangono ancora aperte;
  • i margini di ulteriore semplificazione in materia di commercio (in tale materia l'intervento appare ancora piuttosto limitato):
  • le materie non contemplate nel decreto, invitando il legislatore a proseguire con i decreti correttivi e integrativi.

Il decreto riguarda solo le materie dell'edilizia, dell'ambiente, del commercio, della pubblica sicurezza (materia, quest'ultima, che però non è oggetto della individuazione dei procedimenti di cui alla Tabella A), mentre la delega copre l'intero ordinamento delle funzioni amministrative.

Per un approfondimento dell'argomento e per scaricare il testo dello schema di decreto e del Parere del Consiglio di Stato clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS