Sabato 3 febbraio 2007

IL REVERSE-CHARGE NEL SETTORE DELL'EDILIZIA: UTILITA’ ON LINE

a cura di: Studio Meli S.r.l.
L'art. 1, comma 44, della Legge Finanziaria 2007 prevede che il meccanismo dell'inversione contabile, cosiddetto reverse-charge, si applichi, dal 1° gennaio 2007, anche "alle prestazioni di servizi, compresa la prestazione di manodopera, rese nel settore edile da soggetti subappaltatori nei confronti delle imprese che svolgono l'attività di costruzione o ristrutturazione di immobili ovvero nei confronti dell'appaltatore principale o di un altro subappaltatore". Nella pratica, accadrà che il subappaltatore dovrà emettere fattura nei confronti dell'impresa costruttrice o esecutrice della ristrutturazione, senza l'applicazione dell'IVA, indicando la motivazione, quale per l'appunto "fattura senza addebito di IVA ai sensi dell'art. 17, comma 6, del D.P.R. 633/72". Sul nostro sito internet abbiamo pubblicato utili tools per le imprese interessate e per i professionisti che le assistono: Il reverse charge in edilizia in 4 schemi
Quattro schemi per riepilogare con sintesi e semplicità i casi ricorrenti di applicazione o disapplicazione del reverse charge nei subappalti edili Subappalto edilizia: il 'reverse charge'
Foglio di calcolo(MSExcel) per la compilazione dell’integrazione alla fattura di acquisto emessa senza addebito di IVA ai sensi dell’art. 17, comma 6, del D.P.R. 633/72. Subappalto edilizia: il 'reverse charge': attestazione del committente
Per una corretta applicazione del regime, è necessario che l’impresa committente attesti al subappaltatore quale sia il suo ruolo e conseguentemente come dovrà emettere le relative fatture. Modello di attestazione (MSWord). Subappalto edilizia: il 'reverse charge': circolare informativa ai clienti
Circolare informativa (MSWord) per informare i clienti dello studio professionale.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali