Venerdì 24 febbraio 2012

Il dl fiscale al vaglio del Cdm

a cura di: eDotto S.r.l.
Calendarizzato per oggi al Consiglio dei ministri l’esame del Decreto legge sulle “Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, potenziamento dell’accertamento ed altre disposizioni urgenti di natura finanziaria e societaria (Economia e Finanze)". Il testo del Dl semplificazioni fiscali contiene molte misure già affrontate, come quelle che semplificano lo spesometro riportando l’elenco clienti e fornitori nelle operazioni fatturabili (dovrebbero entrarvi non solo i rapporti B2B, ma anche le vendite con fattura con i privati), che condensa l’adempimento in un invio annuale di tutte le operazioni.

Si ricorda anche l’intervento sugli studi di settore, per i quali è previsto, sempre nel caso di approvazione da parte del CdM, il rinvio al 30 aprile del termine per la pubblicazione dei correttivi e la legittimazione dell'accertamento induttivo puro - rettifica basata su meri indizi e non su presunzioni semplici gravi, precise e concordanti - in presenza di omissione del modello o errori di compilazione che implichino una “differenza superiore al 15% o comunque a 50.000 euro, tra i ricavi o compensi stimati applicando gli studi di settore sulla base dei dati corretti e quelli stimati sulla base dei dati indicati nella dichiarazione”.

Altre misure riguardano:

- la cancellazione con procedura semplificata delle ipoteche non rinnovate da anni che, restando formalmente in piedi, rendono ardua la negoziabilità dei beni;

- la chiusura d’ufficio di tutte quelle partite Iva che non risultano attive da tre anni;

- la possibilità di dilazionare i debiti con il Fisco chiedendo l'applicazione di rate variabili e crescenti nel tempo;

- il pignoramento a tutela del credito fiscale; in tal caso l'agente della riscossione nominerà l'imprenditore come custode giudiziario dei beni strumentali dell'impresa per assicurare la continuazione dell'attività.

Con il Dl, infine, il Governo sarebbe intenzionato a illustrare la previsione dell’assoggettamento all'imposta comunale dei beni della Chiesa, di altre religioni e degli altri enti oggi esentati dall'Ici, come i partiti politici e i sindacati: dovrebbero restare fuori campo Ici solo gli immobili adibiti esclusivamente ad attività non commerciali.
Fonte: http://www.corriere.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS