Mercoledì 17 ottobre 2012

Il CdM approva le misure per la semplificazione e lo stanziamento pro terremotati dell’Emilia

a cura di: eDotto S.r.l.
Il Ddl con le nuove misure sulla semplificazione - le prime del Governo furono prese con il Dl 5/2012 (L 35/2012) - è stato approvato dal CdM e può iniziare l’iter parlamentare.

Resta confermata la veste di disegno di legge, sulla quale era stata sollevata da Confindustria la questione del tempo di approvazione (il decreto ha tempi più rapidi). Come restano confermate le misure entrate e quelle uscite: il Durc sarà valido per 180 giorni e sarà rilasciato anche in presenza di debiti contributivi e crediti capienti, compensabili, certi ed esigibili vero la Pa; non varrà il silenzio-rifiuto per i permessi di costruire in presenza di vincoli ambientali, paesaggistici o culturali, sostituito dal provvedimento espresso dell’Amministrazione; imprese individuali saranno esonerate dal Codice della privacy; al datore sarà risparmiato l’invio on line del certificato di malattia (sarà il medico ad inviare il certificato di malattia professionale) e la nomina di un incaricato ad hoc potrà sostituire il documento di valutazione dei rischi da interferenze (Duvri); esce dal testo il decremento del 2% sugli interessi da versare all’Inps per i crediti contributivi rateizzati. Una semplificazione per i cittadini: il cambio di residenza e la dichiarazione per la tassa sui rifiuti - Tarsu - saranno contestuali.

Con un comunicato stampa del 16 ottobre 2012, l'Autorità garante per la protezione dei dati personali esprime forti preoccupazioni sul testo del Ddl nella parte relativa alle norme sulla privacy: “Escludere dall'applicazione del Codice in materia di dati personali coloro che agiscono nell'esercizio dell'attività imprenditoriale, anche individuale, anziché semplificare la vita degli imprenditori li priva, in quanto persone fisiche, di ogni garanzia rispetto al trattamento dei loro dati, anche delicatissimi, e si pone in contrasto con la Direttiva europea. Ove il testo venisse confermato, l'Autorità garante si vedrebbe costretta a sollevare la questione in sede comunitaria”.

Anche il decreto per la ripartizione dei fondi a favore delle Regioni (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Umbria e Abruzzo) colpite da eventi sismici, ha trovato la firma del Presidente del Consiglio Monti, come spiega il Governo in un comunicato. Il budget di oltre 91 milioni di euro è derivato dai risparmi ottenuti dalla riduzione dei contributi in favore dei partiti e dei movimenti politici (art. 16, comma 1, della L. 96/2012).
Fonte: http://www.corriere.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS