Speciale bilancio - strumenti che semplificano e organizzano il lavoro - Clicca per maggiori informnazioni!
Mercoledì 9 dicembre 2009

I movimenti bancari non giustificati sono sempre presunzioni legali

a cura di: eDotto S.r.l.
La sentenza n. 25143 del 30 novembre 2009 della Corte di cassazione sostiene che i dati bancari relativi a versamenti e prelievi del contribuente possono sempre essere usati a fini presuntivi. Cio' anche, aggiungono i giudici, se raccolti in sede di indagini di polizia giudiziaria effettuate dalla GdF e poi inoltrati agli uffici della Amministrazione finanziaria.

In sostanza la Corte di cassazione, in questa pronuncia, afferma che tale assunto e' legittimo in quanto alla disposizione relativa alla presunzione legale di maggior valore che scaturisce dall’accertamento sui movimenti bancari che non trovano giustificazione va attribuito carattere sostanziale anche se di fatto si trova inserita in una norma di natura procedurale. Pertanto e' proprio l’art. 32 del dpr n. 600 del 1973 che consente di applicare la presunzione a favore del fisco sui movimenti bancari non giustificati sia quando i dati sono ottenuti con procedura ordinaria sia quando sono frutto di indagini di polizia giudiziaria.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 31 – Sui dati bancari presunzioni sempre valide – Falcone, Iorio
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web