Venerdì 25 settembre 2009

Gli effetti della sentenza della Corte di Giustizia Ue che delegittima il condono 2002

a cura di: eDotto S.r.l.
La sentenza della Corte di Giustizia delle Comunita' europee che accoglieva il ricorso proposto dalla Commissione Ue contro l'Italia nella causa C-132/06, nel dichiarare l’illegittimita' del condono fiscale del 2002 ha prodotto ricadute su altre questioni nell’ambito delle sanatorie. Nelle sentenze “gemelle” 20068 e 20069 depositate lo scorso 18 settembre 2009 dalla Cassazione si afferma che, al pari delle definizioni condono tombale e integrativa semplice, anche la definizione agevolata di controversie tributarie pendenti – art. 16 della legge 289/2002 e art. 44 e seg. Della legge 413/91 – e' “da ritenere inibita”. Non e' legittima la “rinuncia dell’amministrazione finanziaria, attraverso una misura generale limitata nel tempo, all’accertamento, rimesso al giudice tributario, sulla pretesa fiscale”, poiche' non e' un sistema che permette la definizione transattiva delle liti con specifici riferimenti al caso oggetto del procedimento.

Pertanto, nel contenzioso in essere inerente ai condoni 1991 e 2002 il giudice e' tenuto a disapplicare le regole della sanatoria.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 34 – A rischio le cause sui condoni Iva – Criscione e Iorio
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali