Lunedì 13 novembre 2000

FINANZIARIA 2000: RIVALUTAZIONE DEI BENI DI IMPRESA

a cura di: Studio Chirico Commercialisti Associati
La rivalutazione facoltativa dei beni di impresa, con esclusione di quelli alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività di imprese, destinata ai soggetti indicati nell’art. 87, comma 1, lettere a) e b), del TUIR, che sotto il profilo economico rientra fra le rivalutazioni economiche derivanti da leggi speciali, permette di rivalutare alcune categorie di cespiti aziendali presenti nel bilancio chiuso entro il 31 dicembre 1999. Essa deve essere operata nel bilancio di esercizio successivo a quello relativo all’esercizio chiuso entro il 31/12/99 (bilancio relativo all’anno 2000 per chi ha l’esercizio coincidente con l’anno solare). E’ previsto un onere tributario consistente in un’imposta sostitutiva indeducibile pari al 15% o al 19% sulla base delle tipologia del bene rivalutabile (rispettivamente non ammortizzabile e ammortizzabile) permettendo l’immediato riconoscimento fiscale del valore incrementato. Tale imposta deve essere versata in un massimo di tre rate annuali di pari importo.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS