Giovedì 16 ottobre 2014

Fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione: le indicazioni del CNDCEC

a cura di: TuttoCamere.it
Nella nota informativa n. 19/2014 del 2 ottobre 2014, il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti (CNDCEC) fornisce uno schema sintetico delle principali novità in materia di fatturazione elettronica verso la Pubblica amministrazione, introdotta dall’art. 1, commi 209-214 della L. n. 244/2007.

Nella nota informativa si evidenzia che i professionisti iscritti negli Albi sono coinvolti nel processo di fatturazione sotto diversi profili:

1) in qualità di operatori economici, in quanto soggetti fornitori di servizi professionali a Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti di previdenza;
2) in qualità di intermediari;
3) nelle vesti di consulenti che svolgono attività di informazione e assistenza a favore dei clienti coinvolti, con particolare riferimento alle PMI.

Sul piano pratico, ricorda il CNDCEC, la fattura elettronica è di fatto un file in formato XML contenente tutte le informazioni obbligatorie richieste dall’art. 21, comma 1, del D.P.R. n. 633/1972, nonché le ulteriori informazioni necessarie per la trasmissione e la successiva gestione documentale.
Al fine di garantire l’integrità delle informazioni contenute nella fattura e la sicura riconducibilità al mittente, ogni file trasmesso al Sistema di Interscambio (SdI) deve essere firmato tramite un certificato di firma elettronica (riconducibile al soggetto emittente o all’intermediario).

Il file elaborato, firmato e denominato nel rispetto delle regole previste, può essere inviato al Sistema di Interscambio utilizzando i seguenti canali:

1) la posta elettronica certificata (PEC);
2) l’interfaccia web del Sistema (attraverso i canali Entratel, Fisconline oppure mediante la Carta Nazionale dei Servizi); oppure
3) avvalendosi degli accordi di servizio che possono essere stipulati con il SdI.

Le ricevute di sistema e ogni altro documento relativo alla trasmissione delle fatture, ricorda infine il CNDCEC, possono essere visualizzati avvalendosi delle apposite applicazioni messe a disposizione dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il Consiglio dei Ministri n. 32 del 6 ottobre 2014 ha approvato, in via definitiva, il decreto legislativo contenente ulteriori disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge n. 136 del 2010.

Per scaricare il testo della nota informativa clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS