Mercoledì 18 giugno 2003

FALSO IN BILANCIO - MOTIVAZIONI DI RECENTE SENTENZA DI CASSAZIONE -

a cura di: C.V.A Consulting S.a.S - tuttofisco.it
Falso in bilancio a maglie larghe. Le Sezioni unite della Cassazione hanno reso note ieri, con la sentenza n. 25887, le motivazioni alla base della decisione comunicata in forma sintetica lo scorso 26 marzo. Motivazioni molto attese, visto che, pur confermando che di fatto non è avvenuta una vera e propria depenalizzazione rispetto alle norme precedenti, lasciano bene sperare chi abbia processi ancora in corso, ma anche chi abbia già a suo carico una condanna passata in giudicato. I giudici della Suprema corte, infatti, dopo avere proceduto alla ricostruzione delle norme e dei precedenti giurisprudenziali che disciplinano la successione delle leggi penali nel tempo, si sono concentrati sull'analisi delle disposizioni inserite nel Codice civile dopo il varo della riforma dei reati societari e sul loro confronto con la vecchia disciplina. E sono arrivati a una conclusione tutto sommato condivisa dalle precedenti pronunce delle sezioni semplici. i magistrati hanno preso in considerazione una nutrita serie di differenze tra vecchia e nuova fattispecie criminale. Tra queste l'esclusione, nella nuova versione del Codice civile che distingue una figura delittuosa da una solo contravvenzionale, dei promotori e dei soci fondatori dal numero dei soggetti attivi. Ma anche i diversi aspetti caratterizzanti la condotta positiva dell'occultamento di informazioni oppure, ancora, la natura delle notizie che possono essere oggetto di menzogna. Soprattutto, però, le Sezioni unite mettono in evidenza «l'aspetto maggiormente caratterizzante della nuova normativa» che è costituito dall'introduzione delle soglie di punibilità.
Fonte: Il Sole 24 Ore
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali