Mercoledì 29 agosto 2012

Falsita' ideologica se si sbaglia l'autocertificazione

a cura di: eDotto S.r.l.
Respinto il ricorso per Cassazione di un contribuente condannato del delitto di falsità ideologica, previsto dall'art. 483 del codice penale, per aver falsamente affermato in dichiarazione sostitutiva di aver conseguito redditi pari a zero.

La Corte, con la sentenza n. 33218 depositata il 23 agosto 2012, sottolinea come nel caso di specie non si esclude il dolo nel delitto di falso, in quanto non vi è prova “che l'imputata abbia redatto la propria dichiarazione con leggerezza”, essendo a conoscenza della propria situazione reddituale.

L'autocertificazione, inoltre, integra il richiamato art. 483 del codice penale che, avendo natura di norma in bianco, richiede il collegamento con una diversa norma “che conferisca attitudine probatoria all'atto in cui confluisce la dichiarazione non veritiera”. La dichiarazione sostitutiva attribuisce efficacia probatoria ai fini amministrativi a quanto affermato dal contribuente, evitando l'onere di provarlo con la produzione di altra documentazione, “collegando l'efficacia probatoria dell'atto al dovere dell'istante di dichiarare il vero”.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali