Martedì 29 novembre 2016

Estetista - Conseguimento della qualifica professionale per l'esercizio dell'attività - Nuovi chiarimenti dal Ministero dello Sviluppo Economico

a cura di: TuttoCamere.it

Per il conseguimento della qualifica professionale necessaria all'esercizio dell'attività di estetista, il periodo di svolgimento dell'attività lavorativa qualificata, effettuata nel ruolo di collaboratrice familiare, presso una impresa di estetista, deve essere necessariamente ricompreso per intero, nei cinque anni precedenti la data di iscrizione al corso regionale di formazione professionale.

E' quanto chiarisce il Ministero dello Sviluppo Economico con il Parere del 22 novembre 2016, Prot. 366160, emanato in risposta ad un quesito posto in merito alla possibilità, per una persona che, per cinque anni (dal 2008 al 2013), ha svolto un'attività lavorativa in qualità di "collaboratrice familiare nell'impresa estetica di cui è titolare la madre", di poter utilizzare tale pregressa attività lavorativa come requisito per poter accedere al corso di formazione professionale avviato nel mese di ottobre 2016 per il conseguimento della qualifica professionale necessaria all'esercizio dell'attività di estetista.

Il Ministero ricorda che le modalità di ottenimento dell'abilitazione professionale sono disciplinate dal comma 1, dell'articolo 3, della legge 4 gennaio 1990, n. 1. Con riferimento alla fattispecie oggetto del quesito, si deve fari riferimento, in particolare, alla lett. c), secondo la quale, la qualificazione professionale di estetista si intende conseguita, dopo l'espletamento dell'obbligo scolastico, mediante il superamento di un apposito esame teorico-pratico preceduto dallo svolgimento "di un periodo, non inferiore a tre anni, di attività lavorativa qualificata, a tempo pieno, in qualità di dipendente o collaboratore familiare, presso una impresa di estetista, accertata attraverso l'esibizione del libretto di lavoro o di documentazione equipollente, seguita dai corsi regionali di formazione teorica di cui alla lettera b). Il periodo di attività di cui alla presente lettera c) deve essere svolto nel corso del quinquennio antecedente l'iscrizione ai corsi di cui alla lettera b)».
La lettera b), richiamata, fa riferimento agli «appositi corsi regionali, di almeno 300 ore, di formazione teorica, integrativi delle cognizioni pratiche acquisite presso l'impresa di estetista».

Dalla ratio della norma appena citata si evince che, il periodo di svolgimento dell'attività lavorativa qualificata, nel caso di specie effettuata nel ruolo di collaboratrice familiare, presso una impresa di estetista, debba essere necessariamente ricompreso per intero nei cinque anni precedenti la data di iscrizione al corso regionale di formazione professionale.

In effetti, il percorso formativo che conduce all'acquisizione da parte dell'estetista della necessaria qualificazione professionale deve essere ricompreso in un lasso temporale tale da consentire una adeguata ed omogenea formazione teorico-pratica, che risulterebbe compromessa da una eccessiva dilatazione dei tempi e dalla conseguente separazione temporale dei percorsi formativi che la compongono.

Nel caso in esame dunque, il Ministero nel rilevare che il periodo di attività lavorativa qualificata svolta del soggetto interessato non risulta compiuto nel termine prescritto di cinque anni antecedenti l'avvio del corso, ritiene conseguentemente che, non possa essere riconosciuta la possibilità di iscrizione al corso professionale per il conseguimento della qualifica professionale necessaria all'esercizio dell'attività di estetista.

Per un approfondimento dell'argomento e per scaricare il testo del nuovo parere ministeriale clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali