Giovedì 4 dicembre 2008

ERRORI, RETTIFICHE A TEMPO

a cura di: eDotto S.r.l.

Oltre il termine di presentazione della dichiarazione successiva al contribuente che ha versato in eccesso non rimane che l’istanza di rimborso nei 48 mesi. Questo è quanto emerge dalla lettura della risoluzione 459/E/2008.

Le regole su cui verte il chiarimento sono dettate dai commi 8 e 8-bis dell’articolo 2 del Dpr 322/1998 in cui si prevede che:

- il contribuente, entro i termini di decadenza dell’azione di accertamento, può integrare l’originaria dichiarazione per correggere “errori ed omissioni”, salva l’applicazione delle sanzioni;

- il contribuente ha la possibilità di rettificare a favore la dichiarazione entro il termine di presentazione di quella per l’anno successivo e, in tal caso, viene prevista la compensazione del credito.

Si evidenzia che la disposizione si riferisce alla rettifica in seguito a “errori ed omissioni” e non si distingue se questi abbiano ricadute a favore o a sfavore del contribuente.

In sostanza, se si presenta la dichiarazione di rettifica a favore entro la scadenza della presentazione di quella per l’anno successivo si ha diritto alla compensazione; mentre, se la dichiarazione integrativa a favore viene presentata oltre detto termine (ex articolo 2, comma 8-bis, del Dpr 322/1998) non solo non si ha diritto alla compensazione ma il contribuente potrebbe andare incontro a sanzioni.


Fonte: Il Sole – 24 Ore, p. 33 – Errori, rettifiche a tempo - Deotto
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report