Martedì 23 gennaio 2007

DIVIDENDI ITALIANI NEL MIRINO DELLA UE

a cura di: Studio Meli S.r.l.
La UE ritiene che il trattamento previsto in Italia sui dividendi destinati a società estere, rispetto a quelli diretti ad imprese italiane, sia contrario alla normativa comunitaria in materia di libertà di stabilimento e di circolazione dei capitali. A questo riguardo è significativa la differenza di imposizione fiscale che impone l’applicazione della ritenuta del 27 per cento sui dividendi di azioni italiane e del 12,50% sulle azioni di risparmio detenute da imprese che non hanno sede in Italia e non ricadono nell’ambito di applicazione della direttiva madre-figlia. Le società italiane devono invece portare a reddito complessivo il 5% dei dividendi, che viene tassato al 33%, determinando di fatto una imposizione dell’1,65%
Fonte: Il Sole 24 Ore
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali