Domenica 18 settembre 2005

DIRITTO FALLIMENTARE, TROVATA L'INTESA

a cura di: Studio Meli S.r.l.
Passo decisivo per la riforma del diritto fallimentare. Entro l'inizio di novembre, infatti, il decreto dovrà essere approvato definitivamente dopo avere incassato i pareri delle commissioni parlamentari competenti. Il percorso a questo punto sembra tracciato: il decreto adesso è sottoposto agli ultimi aggiustamenti soprattutto sul fronte delle regole processuali da applicare alle controversie insorte durante la procedura. Le novità riguardano la riduzione del ruolo del giudice delegato, potenziamento del concordato fallimentare, meno vincoli sull'esdebitazione, più poteri al curatore (anche nella nomina dei consulenti) e al comitato dei creditori, nella revoca del curatore, per esempio. Spazio poi a una diversa precisazione dei requisiti dei curatori: l'incarico potrà essere conferito a chi ha dato prova di buona capacità di gestione, svolgendo le funzioni di amministrazione e controllo nelle società per azioni. Ma nel decreto trova posto anche un intervento sul concordato fallimentare, con la proposta che potrà essere presentata anche dall'imprenditore fallito mentre in precedenza una corsia preferenziale era stata tracciata per terzi e creditori.
Fonte: Il Sole 24 Ore - 16 settembre 2005 - G.Ne.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS