Lunedì 21 marzo 2011

Dal 1°aprile le denunce relative ai rapporti di lavoro domestico solo via Internet

a cura di: eDotto S.r.l.
Dal prossimo 1° aprile 2011, tutti gli adempimenti inerenti il rapporto di lavoro domestico, tra il datore di lavoro e l’Inps, dovranno essere effettuati online tramite Internet o contact center, direttamente da parte delle famiglie interessate oppure tramite intermediari abilitati.

L’obbligo riguarda le comunicazioni di assunzione, trasformazione, proroga o cessazione del rapporto di lavoro di colf o badanti (denunce obbligatorie).

Anche il pagamento dei contributi domestici dovrà essere effettuato tramite Internet (circuito “Reti Amiche”), contact center oppure con i nuovi i bollettini Mav e non più con i bollettini di c/c postale. Qualunque sia la modalità prescelta, utilizzando il codice fiscale del datore di lavoro e il codice rapporto di lavoro, è proposto l'importo complessivo per il trimestre in scadenza, già precalcolato in base ai dati comunicati all'assunzione o successivamente variati con l'apposita comunicazione.

Con la cessazione del rapporto di lavoro domestico, oltre a doversi effettuare online la comunicazione obbligatoria di cessazione, si dovranno versare anche i contributi relativi alle ferie maturate ma non fruite e quelli per il preavviso. Il versamento dei contributi deve essere effettuato entro i 10 giorni successivi alla data di cessazione, tenendo comunque conto delle settimane che vanno retribuite e contribuite, anche se non corrispondono all'attività lavorativa. In caso di ritardo nel pagamento, il datore di lavoro sarà soggetto alle sanzioni Inps.

Si ricorda che dal 1° gennaio 2011 è scattato l'adeguamento al costo della vita di tutti i livelli retributivi minimi previsti per i domestici dal contratto collettivo di lavoro. Di conseguenza, quest’anno anche se di poco, sono aumentate le retribuzioni e i contributi da versare all'Inps. Come ricordato dallo stesso Ente previdenziale nella circolare n. 23/2011, dal 1° gennaio 2011 l'aliquota contributiva per i datori di lavoro domestico (le famiglie) che non sono soggetti al contributo Cuaf (cassa unica assegni familiari) è aumentata di 0,22 punti percentuali, raggiungendo l'aliquota contributiva al Fpld degli altri datori di lavoro, pari al 17,4275%. Di conseguenza, per esempio, per una colf con paga oraria di 8,50 euro si dovranno pagare tre centesimi in più all'ora di contributi previdenziali.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS