Mercoledì 3 marzo 2010

Crescita delle segnalazioni antiriciclaggio, ma non da parte dei professionisti

a cura di: eDotto S.r.l.
L'Unita' di Informazione Finanziaria (Uif) della Banca d'Italia ha pubblicato, lo scorso 2 marzo, il bollettino relativo alle segnalazioni antiriciclaggio degli ultimi sei mesi. In tale periodo, il flusso delle segnalazioni e' cresciuto a ritmi sostenuti: nel dettaglio, sono pervenute oltre 11.100 segnalazioni, con un incremento di circa il 44 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In tutto il 2009 le segnalazioni complessive sono state oltre 21 mila, con un incremento del 44,3% rispetto a tutto il 2008. Migliorata anche la qualita' delle informazioni: le segnalazioni poi trasmesse agli organi investigativi sono state, nell'ultimo semestre, oltre 9.900 con un incremento del 33,5% rispetto allo stesso periodo del 2008. In evidenza, la crescita delle segnalazioni da parte delle societa' finanziarie (+18%). Ancora restii i professionisti la cui collaborazione - sottolinea l'Uif - risulta “del tutto irrilevante”.

D'altronde, per i professionisti tale incombente e' al centro del dibattito: gli stessi, su tale fronte, si ritengono privi di tutele e, per questo, chiedono al Governo un intervento a modifica della normativa antiriciclaggio. Secondo Dominioni, presidente delle Camere penali, l'attuale Legge antiriciclaggio “istilla il germe del dubbio nel rapporto fiduciario tra professionista e cliente”; la norma, giudicata troppo ampia, andrebbe tipizzata.

Oltre a quello sulla normativa antiriciclaggio, i professionisti chiedono al Governo altri interventi di garanzia per contrastare i pericoli avvertiti nello svolgimento della propria attivita': tra questi, si segnala la realizzazione di un osservatorio centralizzato sulle aree a rischio, nonche' la previsione di una stretta sui meccanismi di accesso e svolgimento delle professioni. “Scarsa preparazione, pochi controlli sui comportamenti, eccessivo numero di esercenti significa creare le condizioni perche' frange di consulenti o professionisti lavorino in una zona grigia, sinonimo di problemi e rischi”. E' questo, in proposito, il commento di Claudio Siciliotti, presidente dei commercialisti.
Fonte: http://www.bancaditalia.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS