Giovedì 15 novembre 2012

Crediti verso la Pubblica Amministrazione. Cambiano le modalità per la compensazione

a cura di: TuttoCamere.it
Con due distinti decreti del 19 ottobre 2012, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2012, il Ministero dell’Economia e delle finanze ha apportato alcune modifiche alla disciplina della certificazione e compensazione dei crediti verso la Pubblica Amministrazione.
Con il primo decreto si è proceduto a modificare il D.M. 25 giugno 2012, che ha dato attuazione all’art. 28-quater, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602.
Tale norma prevede, infatti, che a partire dal 1° gennaio 2011, i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti dello Stato, degli enti pubblici nazionali, delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio sanitario nazionale per somministrazione, forniture e appalti, possono essere compensati con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo.
Il D.M. 25 giugno 2012, in particolare, ha stabilito che, prima di rilasciare la certificazione, per i crediti di importo superiore a 10.000 euro, l'amministrazione debitrice deve verificare che il creditore sia in regola con il pagamento di somme iscritte a ruolo. Nel caso di accertata inadempienza all'obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento, la certificazione ne dà atto e viene resa al lordo delle somme ancora dovute, il cui importo viene comunque indicato nella certificazione medesima.
Con le modifiche introdotte, viene ora precisato che l'eventuale cessione del credito potrà essere effettuata solo per l'importo corrispondente all'ammontare del credito indicato nella certificazione, decurtato delle somme relative all'accertata inadempienza.
Il secondo decreto si occupa delle modalità mediante le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili maturati nei confronti dello Stato e degli enti pubblici nazionali per somministrazioni, forniture e appalti, possono essere compensati con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo.
Il nuovo decreto rimanda a quanto già previsto con il D.M. 25 giugno 2012 e pertanto valgono le “vecchie” regole, con le modifiche di cui si è detto sopra, con l’unica differenza che il recupero da effettuare in caso di mancato pagamento spontaneo da parte dell'ente debitore dell'importo oggetto di certificazione utilizzato in compensazione, va effettuato, previa comunicazione da parte dell'agente della riscossione al Ministero dell'Economia e delle finanze, mediante riduzione delle somme dovute dallo Stato all'ente debitore a qualsiasi titolo.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS