Venerdì 8 gennaio 2010

Corsa all’aggiornamento dei software per adeguarsi alle nuove regole Iva dei servizi

a cura di: eDotto S.r.l.
Le nuove regole sulla disciplina Iva dei servizi, che incidono profondamente sulla territorialita' delle prestazioni di servizi ai fini dell’applicazione dell’Imposta sul valore aggiunto, individuando lo Stato in cui una determinata prestazione di servizi deve essere assoggettata ad Iva, si applicano dallo scorso 1° gennaio 2010. A seguito dell’introduzione delle principali novita' che riguardano la regola generale del luogo di tassazione dei servizi resi sia a soggetti passivi che a privati consumatori e quelle riguardanti l’ampliamento della definizione di soggetto passivo ai fini della individuazione della territorialita' dei servizi, gli Stati membri - ai sensi di quanto precisato dallo stesso articolo 7 della Direttiva Servizi - devono adottare i necessari comportamenti e strumenti per conformarsi alle nuove norme in vigore dall’inizio del nuovo anno. A tal fine, si deve ricordare che e' ancora all’esame del Consiglio dei Ministri il Decreto legge di attuazione delle direttive comunitarie 2008/8/Ce, 2008/9/Ce e 2008/117/Ce, che con il loro recepimento nel nostro ordinamento interno renderebbero di fatto superate le vigenti disposizioni nazionali, contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica 633/72. In attesa che tutto cio' si formalizzi, tuttavia, alcune disposizioni comunitarie trovano diretta applicazione almeno per cio' che riguarda le disposizioni generali, per cui l’Agenzia delle Entrate e' intervenuta con la circolare n. 58, datata 31 dicembre 2009, per fornire istruzioni operative di massima. In particolare, per trovarsi pronte all’adozione dei nuovi principi comunitari per cio' che riguarda il luogo della prestazione dei servizi, il rimborso dell’Iva ai soggetti stabiliti in altro Stato membro, ecc, le aziende che svolgono o acquistano servizi all’estero sono chiamate ad effettuare l’aggiornamento delle procedure di fatturazione dell’Iva, modificando, nei software aziendali, le codifiche delle fatture emesse e le regole per l’autofatturazione delle prestazioni acquisite. Infatti, in molti casi puo' accadere che diverse prestazioni, se rese a soggetti passivi domiciliati all’estero, passano da un regime di imponibilita' o non imponibilita' previsto finora dall’articolo 9 del Dpr 633/72 ad uno di esclusione in base a quella che e' la nuova formulazione dell’articolo 7 del sopracitato decreto presidenziale. Si ricorda, a tal proposito, che il menzionato articolo 7 verra' diviso in piu' articoli dal decreto legge di adeguamento alla normativa comunitaria. La differenza rispetto ad operazioni che fino alla fine del 2009 erano “non imponibili” non e' di poco conto, con non poche difficolta' nei primi mesi di applicazione del nuovo regime di territorialita'.
Fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web