Lunedì 2 novembre 2009

Contribuenti “non operativi”. Il ricorso e' sempre esperibile.

a cura di: eDotto S.r.l.
L’oggettivo impossibile conseguimento di ricavi “minimi” consente (e', si badi, una facolta', non un obbligo) alla societa' non operativa di presentare istanza di disapplicazione delle disposizioni antielusive (la disciplina delle societa' di comodo avrebbe, per impostazione di legge e di prassi, finalita', appunto, antielusive), ex art. 37-bis, comma 8 del Dpr 600/73 (“interpello disapplicativo”). Un esito negativo, con rigetto dell’istanza ad opera del Fisco, porta una seconda possibilita': di adeguarsi, in dichiarazione, ai valori minimi richiesti. In mancanza, l’Ufficio fiscale emette l’atto di accertamento. Il contribuente puo' allora fondare la sua strategia di difesa proprio sull’aspetto “elusione”, se non altro sotto il profilo sostanziale del non comprendersi cosa vi sia di elusivo nell’intestare, con trasparenza, taluni beni a talune societa'. Giungono numerosi, in questi giorni, gli atti impositivi relativi, in particolare, all’annualita' 2006, con oggetto le situazioni proprio dei contribuenti che hanno ricevuto il diniego dell’Amministrazione finanziaria all’istanza di interpello e che non hanno poi ritenuto adeguarsi ai valori minimi richiesti. Si precisava piu' sopra come la presentazione dell’istanza di disapplicazione delle norme antielusive sia una facolta'. Ebbene, anche sotto il profilo procedurale, pare una forzatura disporre – com’e' accaduto con documenti di prassi 5/E/2007 e 7/E/2009 – che in caso di mancata presentazione dell’istanza sia da ritenere inammissibile l’eventuale ricorso del contribuente “di comodo” contro l’accertamento basato sulla disciplina delle societa' non operative. Inoltre ed infine, sempre proceduralmente, l’inammissibilita' del ricorso puo' essere decisa esclusivamente dal giudice tributario, nelle ipotesi di cui agli art. 18 e seguenti del Decreto legislativo n. 546 del 1992, tra cui non risulta un solo caso che disponga l’inammissibilita' del ricorso per mancata presentazione dell’istanza di interpello delle societa' di comodo.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 1 – Societa` di comodo strette nella morsa degli accertamenti – a cura di Deotto
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS