Lunedì 30 giugno 2003

CONTENZIOSO: IL REBUS DEI LIBRI SENZA VISTO

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Le innovazioni legislative che semplificano la tenuta delle scritture contabili azzerando quasi completamente gli obblighi di bollatura, vidimazione, e numerazione progressiva, rischiano di impedire l'utilizzo delle scritture stesse quale prova nei rapporti tra gli imprenditori. L'articolo 2710 del Codice civile, conferisce alle scritture contabili "bollate e vidimate" lo status di strumento probatorio. Inoltre,- l'articolo 634 del Cpc stabilisce che possono essere assunte quali prove scritte le scritture contabili «purchè vidimate e bollate nelle forme di legge». Ora, se l'imprenditore non sottopone più a bollatura (vidimazione iniziale) e vidimazione (annuale) i libri contabili è dubbio che potrà servirsene quale strumento probatorio. Si è verificato certamente un mancato coordinamento normativo tra la modifica del 2215 e gli articoli 2710 Codice civile e 634 Codice procedura civile che richiede un intervento chiarificatore del legislatore.
Fonte: Il Sole 24Ore
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS