Martedì 17 febbraio 2004

CON IL CONCORDATO POSSIBILI SOLO VERIFICHE DI TIPO DOCUMENTALE O BANCARIO

a cura di: Studio Meli S.r.l.
Il concordato preventivo non frena la verifica o l'ispezione documentale né l'accertamento bancario. È questo quanto pare di cogliere dalla lettura dell'elaborato normativo in contrappeso con la circolare n. 5/E del 4 febbraio 2004 con la quale si è intervenuti a dare un primo segnale operativo a quanti si accingono, professionisti in testa, a prendere familiarità con il nuovo istituto. La circolare sul punto non fa altro che parafrasare il dettato normativo di cui alla lettera a) del comma 8 dell'articolo 33 della legge n. 326 del 2003. Nessun accertamento analitico-induttivo, compreso quello basato sugli studi di settore è attivabile allorquando esistano attività non dichiarate o non sussistano passività anche sulla base di presunzioni purché gravi, precise e concordati. Nessun accertamento induttivo è inoltre possibile in presenza di elementi di particolare incisività ai sensi delle lettere a), d) e d-bis) del comma 2 della medesima disposizione.
Fonte: Italia oggi articolo di Giuseppe Ripa
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS