Mercoledì 19 maggio 2010

Chiarite le problematiche tributarie relative alle associazioni sportive dilettantistiche

a cura di: eDotto S.r.l.
Con la risoluzione n. 38/E del 17 maggio 2010, l’agenzia delle Entrate risponde a quattro quesiti sollevati da una associazione sportiva nazionale che, nello specifico, aveva richiesto chiarimenti al Fisco circa l’applicazione di regimi tributari di favore per gli enti sportivi dilettantistici. Di seguito, i chiarimenti resi. Riguardo ai compensi degli allenatori, la risoluzione in oggetto specifica che gli indennizzi erogati nell'esercizio “diretto” di attivita' sportive dilettantistiche godono del regime agevolato e, specificatamente, si devono ritenere agevolati se erogati a favore di soggetti che svolgono le attivita' di formazione, didattica, preparazione e assistenza all'attivita' sportiva dilettantistica, a prescindere dalla realizzazione di una specifica manifestazione. In particolare, l’agevolazione tributaria e' riconosciuta quando i compensi sono pagati da Coni, Federazioni sportive nazionali, Unire o altri enti di promozione sportiva dilettantistica da tali organismi riconosciuti. La conclusione appare conforme a quanto gia' indicato dall'ente di previdenza e assistenza dei lavoratori dello spettacolo (Enpals) nella circolare n. 18/2009. E' confermata, in ottemperanza della disposizione contenuta nell’articolo 148, comma 3, del Tuir, la non imponibilita' dei corrispettivi versati all'ente sportivo per le prestazioni o cessioni rese in conformita' degli scopi sociali dell'ente associativo, a soggetti non soci o non associati (frequentatori e/o praticanti) purche' gli stessi risultino tesserati dalla societa' oppure dalle organizzazioni nazionali di riferimento. Le prestazioni per idromassaggio e bagno turco, dal momento che possono prescindere dall’attivita' sportiva in se', sono da considerarsi commerciali e non godono di sconti fiscali, anche se sono rese da associazioni sportive dilettantistiche. E' riconosciuta la possibilita' di erogare stipendi “maggiorati” ad atleti ed allenatori, cioe' di importi superiori ai parametri previsti dalla legge, se e' dimostrabile che i suddetti maggiori importi si rendono necessari per il raggiungimento degli obiettivi di carattere istituzionale dell’ente. Cioe', se sono utili per incentivare determinate prestazioni professionali.
Fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS