Giovedì 28 febbraio 2008

CAPITALI ALL’ESTERO A RISCHIO

a cura di: eDotto S.r.l.
Quanto afferma la sentenza della Cassazione 8743 del 27 febbraio 2007 è il principio che il professionista che, dichiarato un reddito basso, faccia versare ai propri clienti i compensi nel conto intestato a un suo familiare e, poi, sposti le somme all’estero, va processato per frode fiscale, subendo il sequestro dei beni. Per il reato di “dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici”, l’articolo 3 del dlgs 74/00 prevede la reclusione da un anno e mezzo a sei. “Quanto al reato contemplato dall’art. 3 del dlgs n. 74 del 2000, nel caso sottoposto all’esame della Corte di legittimità ricorrono sia l’azione esecutiva che la soggettività richiesta dalla norma incriminatrice, a nulla valendo la pretesa facilità con cui gli inquirenti hanno potuto parzialmente ricostruire i movimenti contabili e i sottesi profili di frode, avuto riguardo ai sistematici ed integrati mezzi fraudolenti, posti in essere dal professionista (…): quali l’avere fatto versare ai clienti dello studio le somme di denaro, relative all’attività professionale (…), in conto bancario intestato al familiare; l’avere spostato i capitali all’estero; l’avere trasferito la propria residenza nel Principato di Monaco e, più di recente, nell’avere costituito un’altra società con l’intento di deviare su di essa l’attività economica per eludere i controlli delle attività e con ciò rendere difficoltoso l’accertamento fiscale”. Non è valsa la tesi della difesa secondo cui il professionista non è punibile per l’articolo 3 richiamato se non ci sono problemi con la contabilità, confutata dalla considerazione della Suprema corte che i raggiri da egli effettuati fossero sufficienti per sostenere un processo per frode e gli altri espedienti da egli usati (il simulato furto delle scritture contabili) fossero tali da giustificare anche l’associazione a delinquere.
Fonte: ItaliaOggi, p. 39 – Capitali all’estero a rischio - Alberici
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali