Lunedì 18 agosto 2003

CACCIA AI RICAVI OMESSI DA PARTE DEL FISCO: INDAGINI SUI CONTI BANCARI.

a cura di: Studio Meli S.r.l.
La legge 413/91 ha dato un colpo significativo alla riservatezza dei dati bancari spostando la competenza dell'autorizzazione all'indagine dall'organo giudiziario a quello amministrativo. Gli articoli 32 del Dpr 600/73e 51 del Dpr 633/72 autorizzano il Fisco a svolgere un'indagine sugli elementi e sui movimenti bancari che presumano ricavi e proventi non denunciati ed inseriti nella dichiarazione dei redditi. Tali movimenti reperiti sui conti correnti si presumono come proventi non dichiarati se il contribuente non dimostri la totale estraneità di essi alla propria attività o di avere fiscalmente dichiarato tali somme. L'accertamento fiscale sui conti correnti può anche riguardare i conti del coniuge se vi è un sospetto che contenga proventi non dichiarati dall'altro coniuge. In caso di accertamento su società il Fisco si riserva di controllare i conti correnti degli amministratori, e dei soci per quanto riguarda le società di persone, per verificare la presenza di proventi o ricavi non dichiarati dalla società stessa.( vedasi limiti e situazioni di cui alle sentenze 6073 del 16/4/2003 e 6232 del 18/4/2003 della Corte di Cassazione)
Fonte: Il Sole 24 Ore articoli di Paolo Meneghetti
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS